="Print" />

Diritti e Doveri dei familiari

I familiari hanno il diritto:

  • di visitare ed assistere il proprio congiunto quando e per il tempo che lo desidera, nel rispetto dell'orario previsto dalla Casa;
  • di portare all'esterno della Struttura il proprio familiare, previa autorizzazione del medico di reparto e sottoscrizione dell'assunzione di responsabilità, ed indicando i tempi di rientro;
  • di ricevere dal personale competente (medico, caposala) le informazioni sullo stato di salute del proprio congiunto e delle cure a cui viene sottoposto, nonchè di poter ricevere dagli Uffici Amministrativi le informazioni di cui abbisogna.

I familiari hanno il dovere:

  • di collaborare con la Struttura al fine di evitare l'isolamento dell'Ospite garantendo sempre il rispetto del Regolamento ed una presenza discreta per non arrecare disturbo e/o intralciare le attività degli operatori.
  • di avere un comportamento rispettoso verso tutti gli Ospiti ed il personale, a cui non dovrà chiedere favoritismi per il proprio familiare;
  • di rispettare la riservatezza e tranquillità degli Ospiti, le visite avverranno nei locali soggiorno, e negli spazi comuni. L'accesso alla camere è riservato ai parenti stretti;
  • in nessun caso il parente o il visitatore potrà intervenire nella cura dell'Ospite, di competenza e responsabilità del personale di assistenza:
  • non potrà portare bevande o alimenti senza preventiva autorizzazione della Direzione Sanitaria;
  • in nessun modo potrà interferire sull'operato del personale della Casa;
  • in nessun caso i parenti potranno sottoporre l'ospite a visite di medici esterni alla Casa, senza il preventivo accordo con la direzione sanitaria, così come non potranno in alcuno modo interferire o modificare le cure sanitarie prescritte dal personale medico interno;
  • dovrà rispettare i locali e gli arredi della Casa, senza sporcare, gettare oggetti e dovrà altresì rispettare l'obbligo di non fumare;
  • dovrà rispettare gli orari di visita alla Casa (salvo specifica autorizzazione del medico);
  • i volontari e il personale indicato dai parenti ad assistenza del proprio congiunto dovranno portare il cartellino di riconoscimento.